iten

Taste&Tour4

Taste&Tour, educational gratuiti sull’Abtm

Taste&Tour di Acetaia Malpighi, apre la divisione turismo: per conoscere e assaggiare il vero Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è operativa dal mese di settembre 2014 in via Vignolese 1487 la nuova sede che consiste in oltre 1000 metri quadrati dove si svolge un vero e proprio educational sull’Abtm.
Gli educational organizzati da Acetaia Malpighi Taste&Tour sono gratuiti e realizzati in lingua italiana e straniera (inglese, francese). Sono aperti a tutti (singoli, gruppi piccoli e grandi) sono effettuati tutti i giorni e durante tutto l’anno, previo appuntamento e prenotazione telefonica. Durano da un minimo di trenta minuti ad un massimo di un’ora e mezza: l’ideale anche per chi si trova a passare velocemente da Modena o desidera interrompere il proprio tragitto con un break rapido e gustoso alla scoperta di un’eccellenza che solo qui è possibile produrre.

Il tour prevede:
• arrivo presso Taste&Tour di Acetaia Malpighi con indicazioni stradali inviate dall’azienda
• visita alle antiche acetaie e spiegazione delle tecniche produttive dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, che la famiglia Malpighi produce dal 1850
• illustrazione e degustazione guidata dei prodotti della Collection Malpighi
• possibilità di acquisto nello show room situato all’interno della struttura
• possibilità di assaggiare alcune proposte culinarie che l’Acetaia mette a disposizione attraverso il pacchetto “Modena silver” oppure “Modena gold”, al costo di 10 e 15 euro + iva (sempre su prenotazione, con minimo 10 e massimo 35 partecipanti). In tavola il meglio della tradizione enogastronomica modenese: dal Parmigiano Reggiano Dop al trittico di salumi tipici, dal dolce della tradizione modenese come il bensone accompagnato alla Saba, al Lambrusco di Modena Doc, oltre ovviamente all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena ed altri prodotti della Collection Malpighi come la Composta di Cipolle e di Peperoni o le nuovissime Perle di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Extra Vecchio.

Info e prenotazioni:
Taste and Tour di Acetaia Malpighi, Via Vignolese n. 1487 – 41126 San Donnino (Mo) – tel. +39 059 467725, monica.r@acetaiamalpighi.it, tour@malpighistore.it, www.acetaiamalpighi.it

 

salone del gusto

Salone del Gusto, dal 23 al 27 ottobre a Torino

Anche Acetaia Malpighi sarà presente con il suo stand al Salone Internazionale del Gusto ‘Terra Madre’, postazione 1C 021 padiglione 1, presso Lingotto Fiere a Torino 
dal 23 al 27 ottobre 2014.
Vi aspettiamo per conoscere, assaggiare e degustare il vero Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP e tutti i prodotti della Collection Malpighi, che provengono da una materia prima di qualità eccellente: l’uva tipica modenese della tenuta Malpighi. Gli acini dei vigneti vengono sottoposti a pigiatura soffice e lenta e ad una cottura a vaso aperto a fuoco diretto. Il risultato di queste prime fasi di lavorazione è il mosto, base ed essenza di tutti i prodotti dalle caratteristiche organolettiche uniche dell’Acetaia Malpighi.

 

10414446_10203409857754557_8272447499379542957_n

Laboratorio didattico Modena con Gusto: ci siamo anche noi!

Anche Acetaia Malpighi partecipa al progetto di Modena con Gusto, il nuovissimo laboratorio didattico di Iscom Formazione che propone corsi di formazione per la ristorazione e il turismo: in questo video potete dare un’occhiata al locale, dove siamo presenti con una vetrina espositiva.

Il progetto si rivolge sia ad operatori del settore della ristorazione (barman esperti, ristorazione scolastica, ospedaliera o commerciale: tavole calde, fast-food, ristoranti, pizzerie, e inoltre a cuochi esperti, addetti al catering e alle gelaterie) che a coloro che intendo inserirsi in maniera qualificata in questo ambito.

@iena70 2

Instragram, Acetaia Malpighi premia Francesco Mattucci

Dopo l’instameet organizzato dall’azienda, selezionato il miglior scatto dell’igers che ritrae la sala cottura con una prospettiva insolita: il premio è una confezione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Extra Vecchio.

La scelta non è stata facile, su cinquantatre scatti fotografici realizzati da igers e appassionati di foto sul social Instagram con l’hashtag #acetaiamalpighi in occasione dell’evento organizzato da Acetaia Malpighi: lo scorso 24 maggio infatti, social e food bloggers o semplicemente appassionati di fotografia hanno visitato l’Acetaia per conoscere e documentare attraverso i propri scatti fotografici tutta la tradizione, la gestualità, la passione che cela dietro di sé il mondo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Alla fine ha vinto lo scatto del modenese Francesco Mattucci che ha ‘rivisitato’ la sala cottura dell’Acetaia, quella tipicamente dedita alla cottura del mosto ingrediente base ed essenza dell’ABTM: a lui è stata consegnata ieri dal presidente dell’Acetaia a presidente di Ascom Confcommercio Modena Massimo Malpighi una confezione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Extra Vecchio invecchiato almeno 25 anni, un prodotto di qualità superiore: “L’Acetaia è presente su tutti i principali social, abbiamo scelto Instagram – sottolinea Malpighi – perché lo riteniamo un progetto social davvero curioso, i nostri prodotti e l’ABTM vengono scelti da chi ama la buona cucina sicuramente per le caratteristiche organolettiche, ma anche per la storia e la tradizione, la ‘filiera produttiva’ che si portano dietro: ecco che alcuni scatti ad effetto e in generale la fotografia se fatta in un certo modo credo possa esprimere in pieno tutta la poesia e tutta la magia che cela dietro di sé il mondo del Balsamico Tradizionale, a volte l’immagine vale più di mille parole”.

Francesco Mattucci, appassionato di foto e soprattutto di Balsamico, ritira con entusiasmo il premio e sottolinea il valore che ha per lui la fotografia: “La fotografia insegna ad essere vigili e a rimanere in attesa allo stesso tempo, una frazione di secondo è sufficiente per bloccare un’immagine. Il contenuto di quell’immagine per quante volte possa poi essere ancora fotografato non sarà mai uguale al precedente, se così non fosse le “belle” foto non sarebbero così rare. Questo è per me la fotografia, il fascino dell’incertezza riguardo a cosa otterrò. Fotografo quello che mi piace, con una particolare attenzione ai luoghi, al paesaggio. Le immagini spesso nascono per caso, da un dettaglio inaspettato o dall’avere in mano la macchina fotografica nell’esatto istante perfetto. Non ho soggetti che preferisco in particolare, amo piuttosto giocare con la luce e con le infinite possibilità che offre. Nelle mie foto non ci sono quasi mai persone, credo che sia perché le persone meriterebbero il tempo del ritratto, che è un tempo che richiede concentrazione e l’entrare in sintonia con i soggetti in uno scambio sostenibile”.

Sul sito di Instagramers Italia è inoltre disponibile il racconto di questa iniziativa.
Sulla pagina facebook dell’Acetaia sono disponibili le foto scattate dagli igers.